Ilaria

 

Dato che non posso mostrarvi né parlarvi di alcune foto che riguardano un progetto molto interessante, che per il momento è ancora top secret, ho deciso di postarvi alcune foto “fatte per me” eseguite sul set di lavoro.
Prima di svolgere il lavoro vero e proprio, in fase di accordi,  ho chiesto al cliente e successivamente ai modelli (persone normalissime che non posano di professione) se, dopo aver ottenuto lo scatto per la campagna, avrei potuto scattare dei ritratti.
Sia il cliente che i modelli, hanno dato il consenso e io ho potuto avere dieci minuti in più per persona.

Quel giorno ho scattato anche con Ilaria, probabilmente l’avrete vista in altri mie scatti. Era davvero tanto che non le facevo una foto, ed è stato un piacere ritrovarla e lavorare ancora con lei. La prima cosa che ti colpisce del suo aspetto esteriore sono i suoi capelli rossi e ribelli come lingue di fuoco, perciò ho cercato di sfruttare al meglio una caratteristica così particolare del soggetto.

Ilaria Iacoviello-3188

Avevo deciso di impostare la luce dei ritratti in maniera diversa da quella che avrei utilizzato per il lavoro, e per essere il più veloce possibile nel cambiarla e non far perdere tempo sia al cliente che ai modelli,  avevo già posizionato le luci nel modo utile per tutti e due i lavori, e quando è stato il mio momento, ho semplicemente spento un dei flash per ottenere una luce dura con un forte contrasto tra le zone luminose e le zone d’ombra.
Personalmente è un tipo di luce che amo molto, rende bene i colori ed enfatizza i volumi. Tant’è che a volte mi rende difficile la scelta di post produrre una foto a colori o bianco e nero.

Ilaria-Iacoviello-ditbowcol

Prima di lasciare andare Ilaria le ho chiesto se potevamo fare anche dei primissimi piani. Anche so che che è un peccato eliminare i colori nella foto per via della sua chioma, ho deciso di tenere per me un bianco e nero un po’ slavato. Un tipo di post che uso pochissimo ma che trovo adatto per questi due ritratti, dove ci si può concentrare sul suo sorriso e sulla profondità dello sguardo piuttosto che essere distratti dal colore.


Ilaria-Iacoviello-dittico_bw

Inutile dire che a lei andranno sia le foto a colori che quelle in bianco e nero.

 

Comments (0)

Leave a comment

Your email address will not be published.